Home EU “Questo non è il Vietnam, è il bowling, ci sono delle regole!”

“Questo non è il Vietnam, è il bowling, ci sono delle regole!”

9
0
SHARE
C’è grande sconcerto per l’ondata di arresti ordinati dalla magistratura spagnola contro i membri del destituito governo catalano secessionista di Carles Puigdemont.
Stasera vorremmo essere insolitamente sintetici o “tranchant”, come dicono quelli bravi.
La nostra opinione è che un gruppo dirigente che dichiara l’indipendenza dopo due referendum in tre anni in cui ha preso il 35% e il 38% dei voti degli aventi diritto sta facendo un colpo di stato. Nell’ottocento l’europa ha combattuto sulle barricate per farsi concedere le costituzioni dai governanti, perché senza la costituzione non c’è difesa dello stato di diritto dalle iniziative politiche di chi detiene in quel momento il potere. La democrazia può sopravvivere solo in un contesto di regole che in primis chi ricopre temporaneamente una carica pubblica che da quelle regole trae legittimità dovrebbe rispettare.
Per quanto riguarda l’analisi politica, la nostra opinione è che pokeristicamente parlando, col 38% di si, Puigdemont ha fatto un bluff a carte scoperte.
Fai girare Clear As Mud, prima che inizino a tintinnare le manette.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here