Home BRICS La Guerra Fredda del Generale Twitter

La Guerra Fredda del Generale Twitter

7
0
SHARE

La guerra fredda è tornata in tutto il suo splendore, dalle proxy war, agli scontri all’ONU, alla lotta per “i cuori e le menti”. L’intelligence americana ha rilasciato un documento in cui a suo dire dimostra l’interferenza di alcuni media russi controllati dal governo di Mosca nel processo elettorale delle presidenziali 2016 attraverso “l’intenzionale diffusione di fake news”. Russia Today e Sputnik, i due principali accusati, sono siti arcinoti anche in Italia, molto diffusi tra i tanti ammiratori nostrani del regime di Putin. Ieri Twitter ha annunciato che non accetterà più inserzioni pubblicitarie da questi clienti, e che addirittura devolverà in beneficenza i 2 milioni di dollari ricevuti dal 2011 in avanti dagli inserzionisti incriminati. Il governo russo ha risposto che ci saranno rappresaglie, Russia Today ha dichiarato che fino a ieri Twitter gli chiedeva di fare più pubblicità, Sputnik ha negato di averne mai fatta, in perfetto stile sovietico. L’episodio è parte di una battaglia più ampia, che è quella ingaggiata dalla Russia negli ultimi anni per tentare di contrastare la larghissima accettazione del “punto di vista americano” nell’opinione pubblica mondiale. “Pushing narratives”, da entrambe le parti, e noi in mezzo.

Leggi e fai leggere Clear ad Mud: costituisce una salutare alternativa alle avverse narrative di parte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here